sabato 8 novembre 2014

Barriere architettoniche? Il nuovo che avanza e le vecchie negligenze

Ricominciamo postando una "Cartolina" che, per scaramanzia e gusto della simmetria , riprende la medesima inquadratura della prima "Cartolina" postata ormai più di 5 anni fa.
La fotografia inquadra la nuova costruzione edificata sullo spazio storicamente occupato dalla "Curta del Farè", tra via Roma e Piazza della Vittoria a Barbaiana.
Le nostre città sono costellate da un buon numero di barriere architettoniche, e Lainate non fa eccezione. Questo succede perché in passato non esisteva una sensibilità nei confronti di tale argomento. Ora i tempi sono cambiati e i progetti delle nuove costruzioni teoricamente tengono conto delle esigenze di coloro che hanno difficoltà motorie o di chi, per fare un semplice esempio, spinge un passeggino.
Ma è davvero così oppure è la solita pia illusione? E chi si occupa di controllare che non venga realizzata, distrattamente e inconsapevolmente, qualche nuove barriera architettonica?

Riguardando bene le immagini di questa cartolina due domandine sorgono spontanee.
Nella progettazione di questo edificio è stata prevista la realizzazione di un marciapiede a livello strada tra l'edificio stesso e il parcheggio?
Oppure è stato ritenuto sufficiente il camminamento già realizzato a livello portici?

Nel caso la risposta alla seconda domanda fosse si, vorremmo fare notare che tre gradini in un lato e uno scivolo contromano nell'altro rappresentano un evidente caso di barriera architettonica per carrozzine e passeggini.
Ci auguriamo che qualcuno ci dica che ci stiamo sbagliando!

3 commenti:

  1. Marino Steffenini9 novembre 2014 14:56

    Da facebook: l'ho notato propio in questi giorni...

    RispondiElimina
  2. Claudio Grassi9 novembre 2014 14:57

    Da facebook: Barbarorun janua !!!!

    RispondiElimina
  3. E' da mesi che ho segnalato questa anomalia, ma purtroppo chi la eseguita e chi l'ha progettata non vive tutto il giorno su una sedia a rotelle!!

    RispondiElimina