martedì 22 febbraio 2011

Una nuova Cartolina per L'area Ex Alfa

Riceviamo e ci limitiamo ad inoltrare questa "Cartolina da Lainate":

AREA EX ALFA ROMEO: Il Coordinamento Difesa Territorio informa che 45 giorni fa è stato siglato in regione Lombardia un’intesa per il nuovo Accordo di programma (AdP).
Dall’ Amministrazione Comunale ancora bocche cucite.
Dal sito della regione Lombardia è possibile scaricare la delibera regionale n° 1156 datata 29 dicembre 2010, riguardante la promozione del nuovo Accordo di Programma dell’ area Ex Alfa . Non comprendiamo perché dall'Amministrazione Comunale non siano giunte ancora notizie ufficiali almeno ai soggetti istituzionali quali : capigruppo consiliari , consiglieri e commissari comunali.
Anche sulla stampa locale non sono apparse notizie della sottoscrizione del protocollo d’intesa e men che meno sui media comunali. Strana concezione della trasparenza amministrativa e della partecipazione democratica. In un mondo sempre più informatizzato , sappiamo di tutto e di più rispetto a tante banalità, ma come lainatesi non ci è dato ancora sapere “che cosa bolle in pentola!” per l’AdP.
Secondo qualcuno il silenzio è dettato dal fatto che non essendo in presenza di un nuovo progetto davvero virtuoso , ma di un Copia –Incolla in scala ridotta, la consegna per tutti è ovviamente il silenzio.
Sfogliando il documento della delibera regionale comunque qualche dato lo si può desumere :
-solo Lainate e Arese sono stati i Comuni invitati ad aderire al nuovo Accordo, mentre Rho, il comune più popoloso è stato escluso dal nuovo accordo; “ fired” direbbero gli inglesi, perchè reo di non essersi allineato alle scelte speculative imposte dai proprietari dell’ area ( vedi la decisione del Consiglio Comunale dello scorso ottobre 2010).
-la reindustrializzazione resta sulla carta senza un preciso indirizzo strategico
-le funzioni residenziali saranno predominanti
-dei lavoratori cassaintegrati e non impiegati nell’ area ex Alfa non si fa riferimento, ( desaparecidos)
-i firmatari del nuovo accordo sembrerebbe non abbiano intenzione di recedere dalla costruzione del volano- eccellenza del Centro Commerciale più grande d’ Europa da 55000 mq.
“Nel frattempo continuano a fiorire come i funghi nuovi progetti di aree commerciali a Garbagnate, Pogliano M.se e Caronno P.la”, commenta Monica Bettolo, dell’ Ass. Commercianti di Lainate. “Manifestiamo forte preoccupazione per il continuo ed eccessivo sviluppo della grande distribuzione commerciale che non tiene minimamente conto del tremendo impatto che esso comporterà, per l’ambiente e le economie sociali ed urbane dei territori circostanti , come è stato documentato anche da specifici studi di settore”.
“Continueremo a batterci affinche vengano realizzati progetti funzionali alla vera riiqualificazione del territorio e che vadano incontro alle reali necessità di sviluppo manifatturiero delle economie locali; tutto ciò in un’ ottica di innovazione tecnologica e di prodotto e con una condivisione allargata ai cittadini, le associazioni e gli operatori economici “ commenta Maurizio Nazzari de Il filo della memoria.
Una questione a parte è la vicenda dell’ interesse della Volkswagen nell’acquisto del marchio Alfa Romeo, non esclusa la possibilità di riavviare linee produttive negli stabilimenti ex Alfa . “I nostri amministratori ci hanno sempre fatto credere che al precedente Accordo di Programma (con sole funzioni residenziali e commerciali) non vi erano alternative e ci “sfidavano” a proporre soluzioni concrete e sostenibili” dichiara Guglielmo Reschini, esponente del Comitato, “Ora invece scopriamo che già dall’ estate 2010 Volkswagen aveva avviato contatti ed incontri con il governatore Formigoni per ipotesi di progetto ovviamente alternativa all’ AdP. E le bugie hanno, come si sa, le gambe corte”, conclude Reschini.
Il Comitato intende chiarire che ognuno hai i suoi ruoli e responsabilità : essere “ sentinelle del territorio” e raccogliere e dare voce alle istanze dei cittadini è senz’altro uno dei compiti del Comitato locale in un ottica di confronto dialettico e dialogo propositivo con la città e le istituzioni.
Alla Politica resta comunque il compito alto e virtuoso di concretizzare la condivisione e la partecipazione delle idee, in progetti rendendoli operativi in tempi congrui e certi.

Il Coordinamento Difesa Territorio - Lainate

Per informazioni: http://sites.google.com/site/coordinamentocittadiniadpalfa/

1 commento:

  1. Marino Steffenini24 febbraio 2011 08:38

    da Facebook:
    "come puoi difendere il territorio se chi governa costruisce e inoltre è stato votato da altri che costruiscono ... a buon intenditor...

    RispondiElimina