mercoledì 13 ottobre 2010

Una cartolina per l'assessore Dell'Acqua

Carissimo assessore Dell’Acqua, abbiamo letto l’intervista da Lei rilasciata al settimanale Settegiorni e pubblicata il 1 di ottobre a lato di un articolo che parlava delle carenze ciclopedonali a Lainate.
Siamo rimasti insoddisfatti dalle sue risposte perché vi leggiamo un linguaggio politichese che tende ad aggirare l’argomento mobilità ciclistica senza entrarvi nel merito.
Ai tempi dei nostri primi incontri con Lei, come associazione e come cittadini, abbiamo pensato “forse abbiamo degli amministratori che vogliono badare ai fatti e non fare solo chiacchiere, che vogliono tenere conto delle esigenze e delle proposte dei cittadini e che tentano di creare un progetto forte che affronti i problemi del territorio in modo programmato e non con interventi isolati e slegati tra loro”.
Ora è passato un po’ di tempo da quei primi incontri e cominciamo a nutrire dubbi sul quei primi giudizi.
A quasi 1 anno e mezzo dall’insediamento di questa amministrazione è stata completata, meritoriamente, qualche opera, sono stati portati nelle casse dell’amministrazione parecchi soldi tramite oneri di urbanizzazione che per contro porteranno nuovi insediamenti abitativi e nuovo cemento ma dal punto di vista della mobilità alternativa poco è stato fatto: è stato posizionato qualche dosso e qualche ulteriore troncone di pista ciclabile privo di alcuna visione globale.
Con buona probabilità non ritiene prioritario e nemmeno importante affrontare la questione della mobilità ciclabile e sostenibile ma come cittadini che vivono il territorio di Lainate pensiamo che il problema della mobilità, con tutti i suoi corollari di vivibilità, di traffico congestionato e di inquinamento atmosferico e acustico sia un problema non più rimandabile.
Il Piano di Governo del Territorio è alle porte, ci chiediamo se in esso è previsto un piano urbano del traffico che agevoli una mobilità urbana pedonale e ciclabile?
Sistemare le buche sull’asfalto è importante ma riteniamo più importante definire, con un ottica rivolta al futuro, come questo asfalto deve essere impiegato.
Come associazione abbiamo pensato di fornire il nostro contributo facendola incontrare con 3 architetti di Ciclobby specializzati nella realizzazione di progetti di ampio respiro e nell’ottenere finanziamenti pubblici, architetti che avrebbero fornito consulenza gratuita.
Abbiamo inoltre presentato alla sua attenzione una proposta di mobilità sostenibile sul territorio di Lainate e ci siamo resi disponibili gratuitamente a dare una mano per la costituzione di un ufficio biciclette che possa fare da collegamento tra cittadinanza e amministrazione in materia di ciclopedonabilità.
Quali sono state le sue risposte?
Agli architetti di Ciclobby avete chiesto come raddrizzare una curva a gomito o se mettere un dissuasore ad un incrocio oltre che ammettere che l'ufficio tecnico non ha personale sufficiente per preparare progetti.
Per le altre due proposte che abbiamo regolarmente protocollato l'unico appunto che avete fatto è che c'erano troppe parole scritte, nel frattempo siamo ancora in attesa di una risposta ufficiale da parte sua (si ricorda che il regolamento prevede una risposta entro 30 giorni e si ricorda come si lamentava quando il suo predecessore non lo faceva?).
Nel frattempo è scaduto l'ennesimo bando per avere finanziamenti regionali su progetti di mobilità sostenibile; bandi e progetti che evidentemente richiedevano troppo del suo prezioso tempo per essere valutati.
Potrebbe rispondere che la nostra è una democrazia di rappresentanza e non una democrazia diretta e che quindi i cittadini si devono limitare a votare e considerare questo l'unico contributo da fornire alla collettività, insomma il compito dei cittadini è essere elettori e a tutto il resto ci pensano gli eletti.
E' inoltre lecito che lei consideri queste nostre proposte poco interessanti o poco valide.
Ma a questo punto ce lo comunichi apertamente, ce ne faremo una ragione; ci comunichi (a noi e ai suoi elettori) quale è la vostra posizione in merito alla ciclopedonabilità.
Perchè fino ad oggi non si è capito. Tante parole e pochi fatti.
Faccia qualcosa di concreto per questo paese, per realizzare una vivibilità che vada oltre l’automobile ed il letto affinché Lainate non diventi definitivamente un paese dormitorio per uomini e macchine.
Nuove case, nuovi parcheggi, nuovi garage, palazzi e centri commerciali sono ampiamente previsti, le Dia ed i permessi edificatori fioccano, pare che si possa fare cassa solo e sempre con gli oneri di urbanizzazione.
Forse inserire progetti di ciclopedonabilità e rispetto del verde all’interno del PGT può essere di intralcio a questo modo di fare cassa, per questo motivo abbiamo timore che non si aspetti altro per far calare nuove gettate di cemento sugli ultimi campi rimasti intorno al comune.
Magari dopo questo sfogo troverà il tempo per un confronto diretto, magari riuscirà a fare colazione anche con noi una mattina e non sempre con i soliti noti……

Cartoline da Lainate

8 commenti:

  1. Come si sa i politici sono sempre pieni di scuse per non fare le cose piu che di idee per realizzarle e' piu facile scaricare le colpe su questi o quelli o su chi c'era prima o su il fatto che non ci sono persone o fondi....ma chissa' come mai quando bisogna edificare case o alberghi o ampliare autostrade.....beh in quei casi i soldi saltano sempre fuori!!! E' vero che non tutti i soldi arrivano dai cittadini del comune ma come ci sono i finanziamenti per queste opere non si possono trovare anche per quelle opere che rendono la vita migliore di quelle persone che nel comune ci abitano ci vivono e ci vogliono crescere i propri figli!!!!....e' vero non siamo noi che comandiamo e gestiamo il comune....me le assicuro caro assessore che quando ci sara' da far valere il nostro voto....beh...ci ricorderemo di lei e della giunta di cui fa parte!!!!

    RispondiElimina
  2. ...e se l'assessore contasse come il 2 di picche quando la briscola è quadri?
    A Nerviano è così!!! Da noi che contano sono i funzionari (quelli che non li manda via nessuno) non i politici pro-tempore.

    A proposito, visto che siamo simili su molte cose e con la globalizzazione il fotti fotti ci unisce in ammucchitate fetenti..., potreste Osservare ed Ascoltare con attenzione quanto sta succedendo a Nerviano con la gestione rifiuti?

    Tutto il materiale negli ultimi 2 post e relativi commenti.
    http://nerviano.blogspot.com/

    se vedom

    RispondiElimina
  3. l'assessore ricorda molto bene quanto tempo occorre per rispondere alle domande scritte (lo sottolineava sempre nei consigli comunali passati..., per quanto riguarda il tempo che può dedicare all'amministrazione comujnale, vi ricordo cari amici ciclisti che in primis è un "costruttore" e quindi.... (a buon intenditor....) Parliamo di costruzioni se vogliamo... A fianco al Bozzente che a tutti gli effetti è un corso d'acqua (fiume) sono in costruzione palazzine che per la legge Ronchi non dovrebbero esser costruite (mt 250 di distanza da un corso d'acqua)e che se non ricordo male hanno avuto l'ok dal comune l'8 giugno 2009! (elezioni 6/7 giugno!) altresì le prime palazzine (via prima strada 30) non mi sembra siano a 250 metri dal Bozzente ( e anche lì sarebbe interessante andare a vedere chi ha fatto mettere la firma per l'Ok...)per i lavori che abbiamo visto finire in questi giorni (dossi e quant'altro) bisogna pensare che in poco tempo non si mettono in piedi procedure, per cui vien da pensare che le stesse siano state avviate MOLTO tempo prima del 6/7 giugno 2009....

    RispondiElimina
  4. A proposito di PGT, ma non sarà quello il motivo per cui molti campi agricoli intorno e dentro lainate stanno passando velocemente di mano negli ultimi anni? Si sa che a pensare male si fa peccato .....ma la maggior parte delle volte ci si azzecca.

    RispondiElimina
  5. Ciao SOS NERVIANO, stiamo seguendo la vicenda rifiuti di Nerviano e verificando se lo stesso problema c'è anche a Lainate (visto che il gestore è lo stesso). Vi teniamo aggiornati.

    RispondiElimina
  6. Penso che chi come voi si impegna per miglioare il nostro territorio spenda bene il proprio tempo. Certo è che le priorità di Lainate non sono solo le piste ciclabili, che in ogni caso sono necessarie. Come cittadino sono contento che siano stati spesi soldi per sistemare, almeno in piccola parte, le scuole dei nostri ragazzi e che sia stata realizzata qualche altra opera pubblica oltre che eseguita una manutenzione delle strade che in alcuni casi era in uno stato a dir poco pietoso.
    Il mio consiglio è quello di continuare a stimolare gli amministratori (chiunque siano) e se nel mandato dei 5 anni non confermino promesse o impegni presi, saremo noi cittadini a constatare quanto fatto.

    Una precisazione, il bando regionale chiuso il 16.10 era solo per i Comuni con stazioni ferroviarie e metropolitane.

    http://www.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Attivita&childpagename=Ambiente%2FWrapperBandiLayout&cid=1213372477507&p=1213372477507&packedargs=menu-to-render%3D1194454851528&pagename=MBNTWrapper

    RispondiElimina
  7. cartoline da lainate21 ottobre 2010 19:28

    Andrea grazie per l'apprezzamento e per le precisazioni.
    In realtà abbiamo riletto il bando e non sembra sia limitato ai comuni con stazioni ferroviarie e metropolitane.
    La nostra intenzione è quella di stimolare, come da te suggerito, ma anche di essere portatori di segnalazioni e proposte: quando parliamo di ciclabilità non ci riferiamo solo alle piste ciclabili ma alla mobilità sostenibile e di conseguenza alla limitazione del traffico e dell'inquinamento, ad una diversa vivibilità del territorio e a una diversa riappropriazione dei luoghi pubblici e delle strade da parte delle persone.
    Argomenti che consideriamo proioritari e non più rimandabili.
    Per quanto riguarda i lavori fatti dall'amministrazione rendiamogliene merito... ma, per riprendere il tuo suggerimento, il nostro obbiettivo è stimolare; a rendere noti i lavori fatti ci penserà l'amministrazione da sè

    RispondiElimina
  8. Anche in ambito mobilità sostenibile il nostro comune ancora oggi non ha ben chiaro come si deve muovere e cosa deve fare. Siamo ancora una volta, ancorati ad interessi che con la cittadinanza, diciamo la stragrande maggioranza della cittadinanza non hanno nulla a che fare. L'utilizzo della bicicletta sul nostro territorio è assai diffuso, anche se la sicurezza e la pericolosità delle strtade e la mancanze spazi dedicati ai ciclisti lo rendono sempre più difficoltoso (vedi il numero degli incidenti accaduti negli ultimi 10 giorni),abbiamo le persone anziane, le persone che non hanno la patente, le persone che preferiscono usare un mezzo che fa bene a se stessi e alla comunità, che non inquina, che non ingombra, i ragazzi che vanno a scuola, i ragazzi che usano la bici come divertimento....ma tutti questi non sono una lobby d'interesse per il comune....possono essere trascurati....gli opinion leader sono ben altri...E allora ci troviamo le solite promesse non mantenute, queste affermazioni dei politi sui giornali, e le solite cose dette e poi smentite.....Ma fino a quando dobbiamo essere presi in giro? Ma quando si affronterà il problema in maniera seria e costruttiva? Non vogliamo sempre le contrapposizioni con le amministrazioni, vogliamo collaborare per far crescere il ns territorio. Ci sono appuntamenti importanti da non sottovalutare, il PGT, Expo 2015, le costruzioni selvagge che si stanno verificando sul ns comune, situazioni dove dovremmo trovare una collaborazione fattiva con l'amministrazione comunale, che tuteli i veri interessi della cittadinanza e non sempre solo ed esclusivamente di 1 categoria...quella dei costruttori...le piste ciclabili non devono essere realizzate senza un criterio d'insieme, devono essere utili e funzionali, un pezzo di ciclabile in campagna, se non collegata con altri tratti percorribili, non serve a nulla serve solo a mettere la coscienza a posto a qualcuno. Costruire case senza dare parcheggi, viabilità sicure, servizi, non sono cose da trascurare, ma sembra sempre che tutto ciò venga trascurato ed ignorato. Lavoriamo in maniera seria e professionale, tenendo in primo piano gli interessi di TUTTA la cittadinanza e sicuramente Lainate potrà crescere e trovare collaborazioni utili ed efficaci anche all'interno della società civile.

    RispondiElimina